Nel 2003: l’Istituto di Scienza e Tecnologia Oceanica (KIOST), finanziato dal governo coreano, dichiarò anche di aver localizzato il Dmitrii Donsko. L’istituto ha attualmente fotografie della nave – ripresa nel 2007 – sul suo sito ufficiale. Con le nuove speculazioni in atto, i funzionari sudcoreani hanno ammonito gli investitori creduloni dall’acquistare azioni e diffidare di tali affermazioni. 2018, 19 luglio: la Reuter da Seul lancia questa notizia: SEOUL – Una società (di recuperi navali) sostiene di aver trovato il relitto di una nave da guerra russa con 130 miliardi di dollari di “oro” al largo delle coste della Corea del Sud ha suscitato scetticismo daLeggi altro →

Ho vissuto nel famigerato Triangolo delle Bermuda. Ci ho abitato, navigato, immerso, volato. Non è mai accaduto nulla, mai sentito di sparizioni di esseri umani, navi o aerei. Allora esiste questo triangolo traditore? Oppure è pura fiction? A cicli regolari c’è sempre qualcuno che prova a darne una spiegazione più o meno plausibile, più o meno complicata. Di concreto nulla, il Triangolo rimane lì immobile attirando a sè attenzione, sparando fuori leggende, tesi, racconti e ripetendo la storia. Inventore del Bermuda Triangle il giornalista Vincent Gaddis che titolò così un suo articolo nel 1964 (The Deadly Bermuda Triangle – Argosy Magazine- febbraio 1964) in cuiLeggi altro →

Forse la morale è un’altra. Si trova tra le righe. Lo afferma un lettore del Dailymail inglese: “Tutta la vicenda è stata montata per allertare la popolazione che lo US Navy ha in programma l’HSTT- Hawaii-Southern California Training and Testing-, un test che verrà condotto nel sud Pacifico ad inizio del gennaio 2014 che produrrà danni a circa 33,5 milioni di esemplari di mammiferi marini”. La cifra degli animali che verranno uccisi è stimata in cinque anni, periodo di tempo concesso per gli esperimenti con sonar di nuova concezione. Non è la prima volta che vengono eseguiti. Siti specializzati riportano questa progressiva mattanza senza riuscireLeggi altro →

Gruppo di criptologi francesi e polacchi nella base segreta di Cadix E stato un naufragio oppure un colpo di mano della Gestapo per far scomparire tre dei più proficui criptografi polacchi che rientravano in incognito nella base segreta denominata Cadix, nascosta nel Castello di Fouzes, nei pressi di Uzès, in Francia. Difficile da stabilire ancora oggi e sono molti gli storici ed i periti nautici a supportare l’idea che il Lamoricère sia stato in qualche modo “aiutato” a subire la sorte che gli è toccata. D’altra parte la società armatrice del paquebot Transports maritimes de l’Etat di Marsiglia per l’errata manovra e per lo sbandamento,Leggi altro →

Finita in uno squero a Lido degli Estensi, porto canale della provincia di Ferrara, bagnato dall’Adriatico. Ancora galleggiante ma sfinita dal tempo. E senza un nome preciso. E’ la triste storia di uno degli yacht della divina Greta Garbo l’attrice svedese, poi naturalizzata americana, quella abbandonata alla banchina di questo canale. La storia quando è stata scritta per una rivista inglese risale al 2005; quattro anni dopo un altro giornalista locale se ne occupa fornendone una versione leggermente diversa. Oggi rileggendo quella storia possono venire dei  dubbi su come lo yacht “mediterraneo” dell’attrice più famosa forse di tutti i tempi sia arrivato fin nell’alto Adriatico.Leggi altro →

Ci sono segreti che vanno mantenuti il più a lungo possibile per motivi che a noi poveri mortali non ci è dato sapere e capire. Come nel caso di un U-boat catturato con tutto l’equipaggio nell’aprile del 1918 in acque scozzesi. In pratica si arrese. Il comandate nell’interrogatorio dichiarò di non essersi potuto più difendere perché il suo battello era stato messo fuori uso da un mostro marino. Incredibile, ma ancora più incredibile a questo caso militare fu messo il segreto militare per 50 anni dal Governo inglese? E subito dopo dai suoi alleati americani. La presenza di un mostro simile a Nessie, quello famosoLeggi altro →

Il bombardiere tedesco, un bimotore Ju88, ammara al tramonto (1943, ora tramonto 18,11 circa) del 24 febbraio (giovedì) 1943 in un punto sud ovest di Minorca. I pescatori lo vedono, seguono la manovra, salvano i quattro componenti dell’equipaggio. Questa la testimonianza pervenuta.
Se inseriamo questa data nel contesto dello scenario bellico possiamo capire come la missione dello Ju88Leggi altro →

Ci sono navi che nascono con la rogna addosso, come si usa dire tra i marinai. L’Ortigia, di 1854 tonnellate, poco meno di cento metri di lunghezza, varata a Livorno nei cantieri Luigi Orlando per conto della Società di Navigazione La Trinacria di Palermo, completata a metà del 1875, l’aveva.
Fin dalla sua nascitaLeggi altro →

Che il comandate fosse rimasto a bordo del Flying Enterprise per i 600 mila dollari in contanti, oltre ai 200 mila nella “mailing room”. Si teorizza che fosse al corrente delle 72 tonnellate di ferro non ben identificato altro non fosse che raro zirconio. Materiale per il reattore imbarcato sul segretissimo sommergibile nucleare USS Nautilus. Secondo i sospetti la mancata consegna dello zirconio avrebbe rallentato di dodici mesi la messa in mare del sommergibile atomico.Leggi altro →