Cigno Nero: la lista di carico

Una pagina del carico

Ogni cassa, baule, fagotto, sacco era numerato. Ciascuno controllato dalla dogana e imbarcato con un documento in quattro copie di cui uno viaggiava su una nave separata. Inutile dire che la precisione agli spagnoli non mancava ed è per questo che si ha la certezza matematica del contenuto di ogni relitto appartenuto alla Corona di Spagna.
Elenca 172 contenitori, partiti da Callao. Altri cinque contenitori sono imbarcati a Montevideo. Uno di questi contiene quasi tremila pelli di leone marino salate, un’altra 198 chilogrammi di candele, un’altra 44 chili di paraffina. Materiale pregiatissimo e costoso. Sempre a Montevideo sono caricati 21.860 pesos: le paghe dell’equipaggio. Il carico a Callao è composto quasi esclusivamente di “denaro” in un numero impressionante. 213.998 pesos appartengono alla Corona, le altre a compagnie, privati, personaggi altolocati, ufficiali o piccoli spedizionieri. Per ciascun carico c’è la bolla e potendole leggere – sono tutte presso l’archivio di Siviglia – si troverebbe per ciascuno mittente e destinatario. Non si possono elencare tutte. Scegliamo a caso un punto da dove partire giusto per far capire di cosa si tratta. La spedizione n. 47 è un bauletto per un peso complessivo di un chilo e 300 grammi con filigrana e argento e 101 grammi di pepite oro. Si può immaginare di chi potesse essere un simile grande piccolo tesoro.
A seguire troviamo cassa con 1500 monete argento, cassa con 4000 monete argento, cassa con 16.000 monete argento, cassa con 1500 monete, cassa con 1000 monete, cassa con 8910 da 2 reales in argento. E via così: 7000, 3654, 1023, 22.337, 606, 1023, 9376, 14.169, … Totale oltre 500 mila monete che l’esplosione ha fatto volare come una fontana d’argento. In mezzo a questo carico incredibile casse di cascariglia, erba medicinale proveniente dal Paraguay, una sola di libri, due forzieri da 50 chilogrammi l’uno, una rara cassa con 2615 pesos in oro, bisaccia di cacao da 65 chilogrammi, una curiosa scatola che conteneva due barattoli di conserva, una saponetta ed una boccetta di profumo. Forse erano un regalo, visto il costo di spedizione. Tutto elencato in ordine ed in maniera evidente.

Il 18 novembre 2008

Il 18 novembre 2008 la compagnia americana in risposta alle richieste spagnole invia una serie di testimonianze di storici, statistici, archeologi e avvocati. Tutti gli affidavit- vale a dire le testimonianze scritte – di queste persone con nome e cognome erano state pubblicate in internet per poi scomparire improvvisamente e non essere più recuperabili. Uno solo era ancora disponibile chiamata Testimonianza Kingsley dal nome dell’archeologo che lo ha sottoscritto.Si legge che il materiale archeologico prelevato nell’operazione Black Swan è composto da: 286 lingotti di rame, centinaia di blocchi di monete concretizzate, 5 cannoni di bronzo, 13 più 3 di ferro, 1 giara di olive, centinaia di parti metalliche corrose, 8 piatti d’argento, 2 vassoi, 4 cucchiai, 4 candelieri in argento, 1 in oro.


Testimonianza Kingsley

Filed with Odyssey’s ‘response to Spain’s “Motion to Dismiss”‘ yesterday were affidavits by various maritime historians, an archaeologist, a lawyer, and a statistician. From the Kingsley Affidavit we learn the complete list of artifacts from the Black Swan:

i. A wide scatter of 286 copper ingots
ii. 481 4-handled ingots, possibly tin
iii. Hundreds of concreted coins clumps and clusters
iv. 5 bronze cannon
v. 13 probable and 3 possible iron cannon
vi. 1 ceramic olive jar (and 1 base of a probable olive jar)
vii. Hundreds of large amorphous iron concretions on top of corrosion pedestals
viii. 1 concentration of high-value domestic table ware (8 pewter/silver plates, 2 tray
handles, 4 spoons, 4 probable silver/pewter candlesticks, 1 gold candlestick)
ix. 1 bronze rudder pintle
x. 1 miscellaneous bronze reinforcement unit
xi. 1 bronze rope pulley
xii. 1 certain, 1 probable and 2 possible copper hull bolts
xiii. 1 strip of copper tubing or copper hull sheathing crumpled into the form of a tube
xiv. Miscellaneous copper artifacts
xv. 2 crumpled lead tubes
xvi. Several sections of lead sheet
xvii. 6 areas of dense iron concretions, probably rigging
xviii. 3 sections of rope, plus 3 possible sections of rope
xix. 2 possible fragmentary wooden planks
xx. Several brick fragments