SS Persia, un passeggero particolare

Tempo di lettura... 2 minuti

Testi a completare


Lord Montagu

Tra i numerosi passeggeri a bordo del Persia uno in particolare è ricordato per un curioso particolare. John Walter Edward Scot Montagu, conosciuto come Lord Montagu di Beaulieu, è stato all’inizio del 1900 un pioniere dell’automobilismo, fondatore ed editore tra l’altro di Car Illustrated, il primo settimanale illustrato che trattava di automobilismo, di cui era comproprietario anche Charles Rolls.
Qualche anno dopo Rolls, con il contributo di Montagu ed un nuovo socio aprì una fabbrica di automobili – Derby 1908 – dove si produsse il primo modello appunto di Rolls Royce.
Come era uso in questi tempi tutte le auto venivano adornate da una sorta di immagine o effige sul cofano e Montagu decise che anche le Rolls Royce dovessero avere questo simbolo.
Commissionò ad un valente artista britannico, Charles Sykes, la realizzazione di un emblema che desse un particolare tocco a queste preziose auto e lo scultore presentò una scultura che chiamò The Spirit of Ecstasy – lo spirito dell’estasi. La statuetta, che da allora adorna le Rolls Royce, rappresenta un fanciulla alata.

L’emblema della Rolls Royce

Chi prestò la sua figura allo scultore fu la segretaria di Montagu , Eleanor Thorton, che all’epoca era la sua amante segreta. I due erano a bordo del Persia nel suo ultimo fatale viaggio. Avevano anche avuto una figlia, ma la cosa non era pubblicamente risaputa ed a bordo della nave si sapeva che Lord Montagu era accompagnato dalla nipote. Nell’esplosione Montagu, sopravissuto, ricorda di essere stato risucchiato verso il fondo mentre teneva per mano Eleanor, poi di essere tornato in superficie dove non trovò più l’amata che era perita nell’incidente.

Eleanor Thornton

Montagu si salvò per miracolo ma anche grazie ad un giubbetto salvagente. Si era fatto realizzare da un sarto londinese un apposito panciotto con una serie di tasche sigillate, una sorta di primitivo giubbetto salvagente. Una volta in acqua, le tasche piene d’aria fornirono al suo proprietario quella minima galleggiabilità che gli permise di salvarsi la vita.







Testi a completare